Enti del Terzo settore: riaperti i termini per le modifiche statutarie al 31 marzo 2021

Pubblicato il 13 novembre 2020
Enti del Terzo settore  riaperti i termini per le modifiche statutarie al 31 marzo 2021

Concesso più tempo per adeguare i propri statuti alle disposizioni del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (Runts), come previsto dal D.Lgs. n. 117/2027.
Il 31 marzo 2021 è il nuovo termine per approvare le modifiche statutarie con le maggioranze “semplificate” da parte di associazioni e imprese sociali. Lo prevede il disegno di legge di conversione del decreto legge 7 ottobre 2020, n. 125, recante misure urgenti connesse con la proroga della dichiarazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19 e per la continuità operativa del sistema di allerta Covid, approvato dal Senato. Il provvedimento passa ora alla Camera per l’approvazione definitiva.
Il vantaggio offerto dalla normativa e dalla riapertura dei termini, è quello di poter modificare lo statuto con una procedura semplificata. In altri termini, per coloro i quali risultino già iscritti nei registri, l’assemblea convocata dall’Associazione sarà atta a deliberare le modifiche anche in presenza di solo la metà degli associati a maggioranza dei presenti. In seconda convocazione, invece, la deliberazione sarà valida qualunque sia il numero degli intervenuti.