Gli Auguri dal Presidente

Pubblicato il 27 dicembre 2012

Auguri NataleCari Amici ed Amiche,
siamo giunti alla conclusione di un anno particolare per l’ASC, un anno caratterizzato da grande vivacità.
Si è sofferto e gioito, è vero, ma, alla fine, non posso non riscontrare un diffuso senso di soddisfazione per quanto fatto.
Abbiamo affrontato e superato le nostre divisioni e tutti, nessuno escluso, hanno apportato il proprio contributo alla causa dell’Ente, ognuno per quello che poteva, con umiltà, ma soprattutto grande determinazione: la determinazione di chi crede in cosa sta facendo e nella convinzione di dare il massimo.
Si è fatto tanto: abbiamo dotato l’Ente di un avanzato sistema di tesseramento on line, migliorato le nostre procedure di funzionamento interno, sottoscritto importanti convenzioni, tutto all’insegna della riduzione delle spese di funzionamento e dell’abbattimento dell’indebitamento esistente.
Unico strumento utilizzato quello della professionalità, fine e mezzo del nostro operare e soprattutto unico elemento di misurazione del nostro agire.
Oggi, alla luce di tutto ciò, l’Ente non può più essere considerato una nave in mezzo alla bufera, ma una struttura dotata di solide basi in grado di poter affrontare con rinnovata fiducia e speranza gli impegni quotidiani del futuro.
Per tutto quanto è stato fatto e per quanto è ancora da fare non posso che ringraziare tutti Voi, nessuno escluso: dai componenti del nostro Consiglio Nazionale, ai professionisti che ci assistono, dai membri dei comitati territoriali ai singoli affiliati che, con grande pazienza e dedizione, hanno consentito lo svolgimento delle nostre manifestazioni e garantito la giusta partecipazione della base.
Un grazie particolare, ovviamente, alla professionalità dimostrata dalla Segreteria dell’Ente, senza la quale è difficile pensare che avremmo potuto raggiungere alcun traguardo.
Non posso poi dimenticare tutti coloro con i quali nel corso dell’anno appena trascorso ci siamo relazionati, sperando di aver sempre ben fatto figurare il nostro Ente.
Per questo ringrazio in primo luogo il CONI, in tutte le sue diramazioni, nonché la Scuola dello Sport, con la quale speriamo di poter ripetere, anche per il 2013, le iniziative che si sono caratterizzate per la straordinaria partecipazione e per la formidabile qualità dei docenti.
Ringrazio poi tutti i Presidenti degli altri Enti di Promozione Sportiva con i quali abbiamo iniziato un percorso di futura collaborazione tesa ad incrementare qualità e quantità del movimento sportivo nazionale, con l’impegno di fare il massimo per aiutare e, ove occorra, supplire, lo sforzo dello Stato nella diffusione dello Sport per tutti e nel settore del sociale, soprattutto in un periodo in cui, rispetto ad altri momenti della storia del Paese, si è registrata una contrazione delle risorse e molte famiglie hanno difficoltà ad accedere ai valori e ai benefici che solo lo sport può dare all’individuo.

Un grazie speciale, poi, ai Presidenti di tutte le Federazioni per gli splendidi risultati sportivi che il loro lavoro ha portato all’Italia nel corso delle ultime Olimpiadi. Con alcuni di loro abbiamo già iniziato a tracciare la strada di un futuro di collaborazione e la speranza, ovviamente, è di estendere il nostro progetto anche ad altri protagonisti del panorama sportivo italiano. Proprio perché intendiamo affrontare il nostro lavoro con la dovuta professionalità, siamo ben consci della necessità del loro aiuto affinché la diffusione dello sport avvenga con la necessaria competenza e qualità.
Da ultimo, un grazie particolare alla Confcommercio. La competenza e l’entusiasmo delle persone che vi appartengono costituiscono ulteriore stimolo e fonte di entusiasmo per il nostro lavoro.
Siamo sicuri che, nel corso del prossimo anno, la partnership con il nostro Ente di riferimento contribuirà a contraddistinguere, ancor di più, la qualità di ASC e la sua capacità di rappresentare un nuovo punto di contatto con il modo del profit, al fine di coinvolgerlo nelle nostre iniziative
sportive e sociali.
Proprio con Confcommercio, nel corso del 2013, lavoreremo in modo serio e costruttivo per implementare gli spazi di collaborazione, confermando l’orgoglio di poterci fregiare del simbolo del Grifone come immagine distintiva del nostro Ente.
Ci aspetta un anno di grandi impegni. Molto è ancora da fare, a partire proprio dallo sviluppo dell’attività sportiva e formativa. C’é poi da aiutare i Comitati di più recente formazione a strutturare la propria attività in sinergia con quelli maggiormente rodati, con un più largo coinvolgimento dei soggetti coinvolti e, di riflesso, la realizzazione di eventi sempre più importanti.
Non ora, però. Adesso dobbiamo unirci ai nostri cari e goderci il giusto momento di pausa e riposo.
Assaporiamo, dunque, questi momenti di vita e ricordiamoci che non c’è nulla di più importante.
Auguri a tutti!

Luca Stevanato