L’ottava meraviglia è targata JDC!

Pubblicato il 31 maggio 2016
L ottava meraviglia    targata JDC

Bilancio positivo anche per l’ottava edizione dello Jesolo Dance Contest, il concorso e spettacolo di danza classica, moderna, contemporanea e cultura hip hop, promosso da A.S.C. con la sapiente organizzazione operativa dell’ ASD Astra company di San Donà di Piave.

500 atleti in gara che hanno rappresentato ben 40 società sportive e culturali.

L’iniziativa anche quest’anno ha avuto una giuria d’eccezione oltre a spettacoli e performance di ballerini professionisti.

Elly, Lisa FloWer Lee, Willy Vi nella prima giornata e l’etoile Liliana Cosi, Virginie Richard, Serenella Fonzar nella seconda giornata hanno garantito un altissimo livello di competenza nel giudicare i partecipanti al concorso.

L’ambito show di Elena Casolari e Rezart Stafa, primi ballerini del Nuovo Balletto Classico di Reggio Emilia, è stato applaudito dai numerosissimi giovani ballerini presenti e dal pubblico.

I due bravissimi interpreti, non si sono risparmiati, deliziando il pubblico con ben due performance di altissimo livello, alla fine delle quali, sono stati ufficialmente, insigniti dall’etoile Liliana Cosi, come suoi “eredi” nel dare continuità al suo progetto associativo, nato nel 1977, in collaborazione con Marinel Stefanescu e punto di riferimento per la formazione di talenti di danza classica.

Nella prima giornata, dedicata alle danze urbane, applauditissimo anche lo show di Lisa Asuni (Flower Lee) e di Willy Viatore (Willy Vi) che hanno animato anche il “finale” della prima giornata, coinvolgendo e ballando “freestyle”, assieme a tutti i ragazzi e ragazze del concorso. Questo momento bellissimo, sul palco, ha evidenziato lo spirito di aggregazione tipico di JDC.

Numerosi i premi in palio per le diverse discipline e categorie in gara, tra cui importanti borse di studio messe in palio dall’organizzazione.

Le associazioni sportive Proyecto con direzione tecnica di Silvia Vianello e Angeli Danza (direzione tecnica di Jessica Rosso) hanno ottenuto, tra tutti i partecipanti dell’edizione 2016 la prestigiosa borsa di studio in palio per la sessione di danza moderna e contemporanea: cinque giorni di workshop, a Bari, con i famosi docenti della Alvin Ailey American Dance Theater,la celebre scuola professionale fondata da Ailey a New York nel 1969, riconosciuta dal Dipartimento dell’Istruzione degli Stati Uniti e diretta dal 2011 da Robert Battle.

Altre prestigiose borse di studio sono state offerte dall’Associazione Balletto Classico di Liliana Cosi e Marinel Stefanescu, all’ associazione sportiva Vivere il Balletto di Padova dando ancor più lustro al concorso JDC.

Grandi applausi sono stati indirizzati a Sonia e Elena Erissini, che fin dalla prima edizione organizzano con passione questo concorso divenuto uno tra i più ambiti in Italia.

L’organizzazione ha premiato l’associazione Fire generation  (direzione tecnica di Ambra Niceforo) con la coregrafia Hip Hop “Green Hill” e l’associazione Ballet Studio (dir.tec. di Patrizia Asquini) con la coreografia di danza moderna “Le cirque des Animaux” di Mara Giavon con la motivazione: “per aver sensibilizzato il pubblico e i giovani partecipati al tema della violenza contro gli animali”.
Molte altre borse di studio sono state assegnate ai ballerini e ai loro coreografi.

Alla cerimonia è intervenuto in rappresentanza di ASC, Diego Baldan, che ha sottolineato, come Jesolo Dance Contest, a dispetto di altri concorsi che privilegiano gli asettici premi in denaro, resti una prestigiosa vetrina per tutti gli stili di danza ed una vera eccellenza sportiva, consolidata negli anni, che concede grande spazio alle doti coreografiche, interpretative e tecniche dei partecipanti e degli insegnantiDSC_0087bis presenti da tutta Italia.

“Purtroppo in questi ultimi anni, abbiamo visto un preoccupante e crescente sviluppo di concorsi che elargiscono premi in denaro, anche significativi, fini a se stessi, ai primi classificati, dando un messaggio non positivo.

JDC predilige le borse di studio, per formare ed educare, dispensandone a più atleti meritevoli, anche se non sono arrivati primi nella propria categoria.

Regaliamo emozioni. Calcare un palcoscenico di queste dimensioni, davanti ad un numeroso pubblico (il Pala Arrex è una struttura enorme che tiene circa 5.000 posti a sedere), nel contesto di uno dei più prestigiosi concorsi di danza, poter essere premiati da veri e propri miti del settore, vederli da vicino, sentire le loro esperienze, non può essere paragonabile ad un mero premio in denaro ad esclusività dei “primi”, che non rientra, tra le altre cose, nel più alto concetto di promozione sportiva ed educativa.

Tra molti anni i ragazzi si ricorderanno delle emozioni vissute, di aver dato tutto sul palco, di essere stati applauditi per i propri meriti, di aver incontrato personaggi che hanno fatto la storia della danza oppure di aver vinto un tot di euro? Moltissime associazioni, da anni, si iscrivono allo Jesolo Dance Contest e condividono questi nostri valori, il che mi fa ben sperare in una bella e consolidata squadra che crede nella crescita educativa dei ragazzi, non esasperandoli nella competizione”

La manifestazione può annoverare, da diversi anni, l’alto patrocinio del Comitato Regionale Veneto del CONI e il patrocinio della Città di Jesolo.

Galleria foto JDC 2016

Pagina Facebook JDC