“Venti” di karate a Dolo, un grande traguardo!

Pubblicato il 22 marzo 2017
 Venti  di karate a Dolo  un grande traguardo

Sport e condivisione, un binomio perfetto che ha permesso di regalare una splendida giornata a tutti gli atleti e spettatori, Domenica 19 marzo, al Palazzetto dello Sport dell’Istituto Galilei di Dolo, con lo svolgimento di ben due gare di arti marziali.

Allo storico Trofeo, infatti, si è aggiunto, nello stesso contesto, il prestigioso memorial annuale, Peter Urban & Vincent de Marco, contest di difesa personale unificata (Ju Jitsu ecc..) promosso e gestito con esperienza, dal M° Di Garbo Giuseppe e dal suo affiatato team di collaboratori della IAEB 2000 Asd.

Il 20° Trofeo di Karate Città di Dolo ASC, conferma il suo appeal con la presenza di 170 atleti e 700 spettatori.

Venti edizioni, come i venti principi di GICHIN FUNAKOSHI che “normano” la disicplina. Un gran bel traguardo.

Organizzazione perfetta sotto la sapiente regia del M° Mario Spillere, nel rispetto dei regolamenti WKF – FILJKAM, grazie al contributo del gruppo arbitrale dei Comitati di Padova e Rovigo, gestito con la solita grande competenza dal Capo Arbitrale M° Claudio Brugnoli.

Le gare di kata individuale e a squadre, nonché di kumite sperimentale senza contatto, per i bambini, si sono susseguite senza intoppi e hanno soddisfatto gli atleti presenti di ogni età. Da evidenziare la numerosissima partecipazione, ben 80, di piccoli atleti (samurai e bambini) provenienti da tutto il Veneto.

A sottolineare l’importanza dell’evento, Diego Baldan, Presidente di Rovigo, che con le sue parole ha messo in evidenza l’importanza e il valore di una famiglia “votata” allo sport, facendo un plauso a tutti i genitori, in particolare ai papà “sportivi” che fanno attività sportiva e/o che accompagano e spronano i loro figli a fare altrettanto, anche nel giorno della Festa del Papà.

Graditissima anche la presenza dell‘Assessore allo Sport di Dolo, Gianluigi Naletto, che si è prestato con piacere alle premiazioni dei giovani atleti e che ha sottolineato nel suo intervento, ringraziando A.S.C. e le A.S.D. presenti, l’importanza dell’associazionismo sportivo nel territorio a tutela educativa, morale e salutistica dei giovani atleti, confermando che l’amministrazione comunale sarà sempre vicina alle piccole e medie associazioni del territorio che costituiscono la trama di un tessuto sociale positivo da cui far partire numerosi progetti.