“PROMUOVERE LO SPORT, PROMUOVERE LA VITA”, CONFERENZA PROGRAMMATICA SULL’ATTIVITA’ SPORTIVA IL 10 APRILE A ROMA

Pubblicato il 25 marzo 2019
 PROMUOVERE LO SPORT  PROMUOVERE LA VITA   CONFERENZA PROGRAMMATICA SULL ATTIVITA  SPORTIVA IL 10 APRILE A ROMA

Anche ASC tra i promotori di questo appuntamento per discutere dell’impatto della promozione sportiva sulle dinamiche sociali. Interverranno il Presidente del Coni Giovanni Malagò e il Sottosegretario di Stato Giancarlo Giorgetti

Numeri, sfide e possibilità della Promozione Sportiva. Questi, sono solo alcuni dei temi, che verranno affrontati nella prima Conferenza Programmatica Nazionale sulla Promozione Sportiva, il 10 aprile 2019 al Salone d’Onore del Coni.

ASC insieme ad  AICS, ACSI, ASI, CSEN, ENDAS, MSP, CNSL Libertas e OPES  promuove questo importante incontro per confrontarsi sulla dimensione e sulla rilevanza sociale del mondo dello sport dilettantistico. L’obiettivo comune è quello di rappresentare in termini chiari la portata del movimento dello sport sociale e delinearne i modelli di promozione tra cambiamento e innovazione.

Un appuntamento fondamentale dunque, questo del Foro Italico, che già si delinea come una occasione per i primi Stati Generali della Promozione Sportiva in Italia, un momento di riflessione a livello istituzionale con la presenza del Presidente del Coni Giovanni Malagò, e del Sottosegretario di Stato Giancarlo Giorgetti.

Il titolo della Conferenza “Promuovere lo sport, promuovere la vita”, sintetizza la visione e la volontà degli Enti di Promozione, nel sottolineare con forza, la capacità dello sport di essere strumento naturale di coesione sociale e di cittadinanza attiva.

La Conferenza è organizzata dall’Osservatorio Permanente sulla Promozione Sportiva composto e pensato proprio dagli Enti promotori della giornata del 10 aprile. L’Osservatorio, che da mesi lavora per far emergere i dati reali di questo settore, l’incidenza economica, la distribuzione territoriale, la potenzialità occupazionale e l’impatto sociale della realtà che rappresenta, è affiancato dal Centro di Ricerche sullo Sport (CeRS) del Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali dell’Università di Parma.

Dati che raccontano un mondo fatto di volontari, di professionalità e di oltre 7 milioni di praticanti e che costituiscono un punto di partenza indispensabile per comprendere le strategie future e le linee programmatiche.