Defibrillatori e attività sportiva dilettantistica: Lorenzin firma il decreto che sposta l’obbligo al 30 novembre

Pubblicato il 21 luglio 2016
Defibrillatori e attivit   sportiva dilettantistica  Lorenzin firma il decreto che sposta l   obbligo al 30 novembre

Scatterà al prossimo 30 novembre l’obbligo da parte delle società sportive dilettantistiche di dotarsi dei defibrillatori semiautomatici. A prevederlo è un decreto firmato dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e dal sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Claudio De Vincenti, attualmente  è in corso di registrazione e di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Il provvedimento proroga di ulteriori  4 mesi e 10 giorni l’entrata in vigore delle norme introdotte col decreto con il Dl Balduzzi del 2012 (Dl n.158/2012 convertito nella L. 189/2012) che aveva tra l’altro previsto l’adozione di garanzie sanitarie mediante l’obbligo di idonea certificazione medica per i cittadini che praticano attività sportiva non agonistica o amatoriale nonché per la dotazione e l’impiego, da parte delle società sportive sia professionistiche sia dilettantistiche, di defibrillatori semiautomatici e di eventuali altri dispositivi salvavita.

Le linee guida allegate al decreto attuativo (Dm 24 aprile 2013) avevano previsto tra l’altro la presenza di personale formato presso centri di formazione accreditati dalle singole Regione. Proprio la difficoltà di  completate, su tutto il territorio nazionale, le attività di formazione degli operatori circa il corretto utilizzo dei defibrillatori semiautomatici aveva determinato il primo differimento di 6 mesi del termine previsto per l’entrata in vigore dell’obbligo, fissato inizialmente per il settore sportivo dilettantistico  al 20 gennaio  di quest’anno.  E la stessa ragione sembra aver determinato il nuovo slittamento al 30 novembre prossimo.