Il Progetto SOSIA continua il suo tour di formazione per gli “active ageing leader”

Pubblicato il 15 aprile 2019
Il Progetto SOSIA continua il suo tour di formazione per gli    active ageing leader

Nei giorni 12 e 13 aprile, presso la Fondazione Don Carlo Gnocchi di Firenze, ASC ha partecipato al 63° congresso nazionale SIGM 2019 patrocinato dalla Regione Toscana, dal Comune di Firenze, dall’ordine dei Medici Chirurghi della Provincia di Firenze e dal titolo “Mal di schiena, Osteoporosi, Scoliosi”.

La SIGM (Società Italiana di Ginnastica Medica, Medicina Fisica, Scienze Motorie e Riabilitative) è una tra le società più antiche d’Italia, con una storia di oltre 63 anni e che nel panorama scientifico italiano si pone come una delle poche realtà che al suo interno annovera medici Ortopedici, Fisiatri, Fisioterapisti e Insegnanti di Scienze Motorie. Il dott. Marco Visconti, membro del Comitato Scientifico Progetto SOSIA e direttore di ASC Academy, ha espresso tutta la sua soddisfazione nel partecipare a un evento così esclusivo.

Il progetto SOSIA” ha dichiarato il dott. Visconti, “è nella fase di formazione, per le modalità definite di “Active Ageing Leader” e oggi presentando i dati ottenuti in questo periodo di censimento con l’Active Ageing Index, un indice in grado di fornirci strumenti di misura sul potenziale inesplorato dagli anziani per un invecchiamento attivo, possiamo meglio indirizzare i prossimi interventi. Grazie a questa istantanea sullo scenario Italiano siamo consapevoli più che mai che l’invecchiamento attivo sia una priorità da condividere con fisiatri, riabilitatori, infermieri, tecnici, istruttori e tutti coloro che se ne occupano con un processo specifico, complesso ed impegnativo. Solo unendo le forze e lavorando in sinergia possiamo creare le condizioni affinché i nostri anziani vivano al meglio”.

Dopo la presentazione dei dati ottenuti ad una platea composta da operatori medici e altri professionisti sanitari, il prof. Carlo Ruosi, presidente SIGM e coordinatore del Comitato Scientifico del Progetto SOSIA, è intervenuto affermando: “i dati mostrati ci confermano che siamo sulla strada giusta ma per lo sviluppo di un processo così complesso, come quello dell’invecchiamento attivo, confido nelle prossime fasi, in particolar modo mi riferisco alle prossime date Italiane di sensibilizzazione all’interno del Tour della salute e di tutte le altre manifestazioni programmate”.