Sport e periferie

Pubblicato il 3 febbraio 2016
Sport e periferie

Sport e periferie,

comunicazione sulle modalità di presentazione delle proposte

L’art. 15 del d.l. 25 novembre 2015, n. 185, ai fini del potenziamento dell’attività sportiva agonistica nazionale e dello sviluppo della relativa cultura in aree svantaggiate e zone periferiche urbane, ha previsto l’istituzione sullo stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze, per il successivo trasferimento al bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri, del Fondo «Sport e Periferie», a sua volta da trasferire al Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economico sociali e incrementare la sicurezza urbana.

 

Il CONI, in seguito all’approvazione della legge n. 9/2016, di conversione del DL n. 185/2015 recante “Misure urgenti per interventi nel territorio”, – ad integrazione del proprio patrimonio di competenze e di conoscenze sull’impiantistica sportiva con destinazione agonistica in Italia –  ritiene utile acquisire ulteriori proposte relative a interventi da inserire nel piano pluriennale degli interventi di cui al comma 3 della medesima legge.

 

In tale prospettiva, è stata pubblicata in modo permanente sul sito del CONI una comunicazione relativa alle modalità di presentazione delle propostehttp://www.coni.it/it/piano-sport-e-periferie.html